Importanza della respirazione equilibrata durante la ginnastica Pilates

Importanza della respirazione equilibrata durante la ginnastica Pilates

Una respirazione corretta consiste in una completa inspirazione ed una complementare e profonda espirazione, bisogna inoltre sempre riuscire a eliminare ogni singola particella di aria impura dai polmoni al momento dell’espirazione.

La respirazione è uno dei punti chiave di fondamento della pratica del Pilates, nella vita moltissimi soggetti non si rendono conto di respirare in maniera corretta, oppure per difetti congeniti anche relativamente leggeri, non sanno realmente cosa significhi respirare bene ed in maniera corretta.

Capita in tantissimi sport che la respirazione venga in un primo momento ignorata o presa sotto gamba, quando in realtà è uno dei dettagli fondamentali dai quali partire per ogni tipo di allenamento o pratica sportiva.

Quando per esempio nella danza non sussiste una corretta respirazione, i muscoli è come se si bloccassero in una sorta di stasi da affaticamento ed irrigidimento istantanei, il quale naturalmente rende ogni tipo di movimento inefficace ma soprattutto inadeguato e brutto da vedere (in puro stile pinocchio per intenderci), proprio per questo occorre una respirazione perpetua che vada a collimare col ritmo stesso della musica.

Nel Pilates è bene o male la stessa cosa, non c’è la musica ad aiutare nella respirazione (anche se in verità molti maestri mettono un sottofondo a 432Hz per rilassare la mente e la muscolatura), ma è la stessa respirazione che deve riuscire a incastrarsi nell’esercizio.

La cosa peggiore è trattenere il respiro mentre ci si muove, situazione da evitare completamente, come già spiegato.

L’affaticamento o la stanchezza durante la seduta di ginnastica, derivano proprio dall’errata respirazione, la quale se eseguita come da manuale o come spiegata dal proprio docente, riuscirà invece a rinvigorire la forza muscolare di tutto il corpo e a tenerci vigili e attenti.

Sempre grazie ad un utilizzo giusto dei momenti di inspirazione ed espirazione, gioveremo il corpo di un totale ricambio d’aria, irrorando sangue e cellule di ossigeno, migliorando di gran lunga la circolazione sanguigna ed eliminando tossine dall’organismo.

All’interno del Pilates esistono a riguardo differenti tipi di esercizi che coinvolgono: diaframma, polmoni e cassa toracica, col tempo e il dominio degli esercizi si svilupperanno muscoli solitamente poco sfruttati, che aiutano molto alla piena espansione della gabbia toracica e relativo busto.

Normalmente, soprattutto alle prime armi, risulta facile confondersi dimenticando di respirare durante l’esecuzione di un determinato esercizio (molti di questi sono complessi e distrarsi inizialmente è cosa molto semplice), il pensiero si concentra su quale muscolo si sta utilizzando e come lo si sta utilizzando, che ci si dimentica di tutto il resto.

Inspirare prima di eseguire il movimento assegnato, espirare quando si esegue l’azione oppure quando ci si piega, l’espirazione è inoltre un aiuto quando si devono eseguire torsioni o allungamenti del tronco da sdraiati.

Utilizzando col tempo bene il respiro, si noterà perciò come l’irrorazione d’aria nei tessuti riuscirà a mantenerci rilassati, acquisire maggior equilibrio e sfruttare al massimo l’allungamento dei muscoli presenti in tutto il nostro corpo, muovendosi infine con molta sicurezza.